Luce pulsata abbronzati

Trattamento di luce pulsata con tecnologia HPPL
novaestetic (1)

La presenza di un eccesso di peli sul viso e sul corpo è un inestetismo che è possibile eliminare in modo efficace utilizzando la luce pulsata.  Sono applicazioni non invasive che eliminano progressivamente i peli da tutte le zone del corpo, anche quelle più delicate, senza lasciare segni o bruciature sulla pelle. Infatti il calore assorbito dalla cute è notevolmente inferiore a quello assorbito dai peli e viene rapidamente dissipato dalla grande quantità d’acqua contenuta nella pelle.

Rispetto poi al laser interviene su aree più ampie, con maggiore sicurezza, versatilità, velocità di esecuzione e quindi costi.

Il ciclo di crescita del pelo:

Il pelo è una struttura cheratinizzata (fanera) prodotta dall’epidermide. E’ costituito da un fusto che fuoriesce dalla superficie della cute, che è il pelo propriamente detto, e da una parte invisibile impiantata più o meno in profondità. Qui si trova la radice del pelo contenuta in un “sacco” chiamato follicolo pilifero. L’estremità inferiore della radice (il bulbo) riceve il nutrimento dalla papilla vascolare.

Il numero di follicoli piliferi nel corpo è determinato, in modo definitivo, durante la vita embrionale.

Si distinguono tre tipi diversi di peli:

la peluria o lanugine: fine, incolore o poco colorata, di lunghezza inferiore a 2cm;

il pelo intermedio: ha una colorazione “media” rispetto alla maggiorparte degli altri peli;

il pelo terminale: lungo, spesso e pigmentato, pungente.

Le fasi di Crescita del Pelo:

Fase anagen o di crescita: un nuovo pelo è generato dal follicolo che affonda nel derma e diventa molto attivo (sintesi di cheratina e melanina).

Fase catagen: è una fase di regressione : L’attività di sintesi cessa. Il bulbo si stacca dalla papilla e resta collegato tramite un cordone epiteliale formato dalla guaina epiteliale esterna. Questa fase dura circa 2 – 3 settimane.

Fase telogen o fase di riposo: durante questa fase non si produce nessun pelo. La sua durata è variabile e dipende da molti fattori (sito anatomico, fattori esterni e fattori interni). Al termine della fase telogen il pelo viene espulso prima della successiva fase anagen

Meccanismo d’azione:  L’energia della luce viene rilasciata da un manipolo appoggiato leggermente sulla cute. Viene assorbita dal colore scuro dei peli in fase di crescita (anagen) e l’abbondante melanina presente assorbe l’energia che si trasforma in calore (fototermolisi). Alla base del follicolo pilifero esiste una matrice che è responsabile della continua ricrescita dei peli e che quando viene  surriscaldata si disattiva per sempre o può essere riparata lentamente dall’organismo.

Quei peli invece che al momento del trattamento erano ‘dormienti’, verranno man mano trattati nelle nuove sedute quando passeranno in fase attiva.

La conseguenza pratica del trattamento con luce pulsata è una riduzione duratura del numero di peli ed un rallentamento globale della ricrescita, tanto più evidente ed efficace con i peli più grossi e scuri che costituiscono il maggior problema estetico

Prima di sottoporre la pelle al flash di luce pulsata ad alta intensità, si provvede all’applicazione di un apposito gel che agisce da protettore della cute. Si procede quindi all’invio degli impulsi di luce, emessi dal manipolo ad intervalli regolari. La dimensione dei manipoli, molto più grande rispetto al laser, permette di trattare velocemente ampie superfici cutanee. Si possono trattare aree anche estese (come ad esempio le gambe), ma anche circoscritte come il labbro superiore o la zona del mento. I risultati sono molto più veloci quanto maggiore è il contrasto tra pelle chiara e pelo scuro.

A distanza di circa un mese, cresceranno i peli i cui bulbi non si trovavano nella fase attiva all’epoca del trattamento precedente, pronti ora per essere colpiti dalla luce pulsata.

L’ Epilazione a Luce Pulsata è in grado di ridurre la ricrescita dei peli del 70% -80%  in 4-6 applicazioni.
Area si possono trattare: gambe, braccia, torace, schiena, inguine, ascelle, labbro superiore o mento; meno l’area vicino agli occhi.
luce-pulsata
Avvertenze Per tutta la sessione di trattamento il paziente deve indossare occhiali protettivi.
Il trattamento è relativamente indolore. Si può avere la sensazione assolutamente tollerabile dello schiocco di un elastico.
Il trattamento va eseguito solo su cute integra, non affetta cioè da patologie della pelle e non presentante escoriazioni o piccole ferite. Non va eseguito su diabetici, persone con precedenti cicatrici cheloidee e donne in gravidanza.
E’ meglio fare il trattamento in inverno, e comunque evitare di abbronzarsi prima, durante e dopo il periodo delle applicazioni; nel periodo successivo occorre usare filtri solari prima di esporre la zona trattata al sole e alle lampade per evitare le macchie.
Prima e durante il trattamento non schiarire i peli o usare ceretta o pinzette, ma solo il rasoio. Se sono presenti nevi è prevista la protezione con una matita dermografica bianca.

Come risolvere il problema dei peli incarniti ?

 

STOP AI PELI INCARNITI eliminare-peli-incarniti

Per risolvere il problema dei peli incarniti e per prevenirli bisogna mantenere la zona trattata da depilazione, idratata e pulita da impurità ( cellule morte, ecc.). Si possono usare peeling esfolianti ad effetto meccanico quindi con microsfere per creare abrasione e quindi asportare le impurità oppure con peeling tramite principi attivi che sfruttano acido lattico, acido salicilico ecc. che esfogliano disgregando le impurità in modo molto efficace anche nei casi più difficile senza però creare irritazioni .Evitare assolutamente l’esposizione ai raggi solari e/o a lampade UVA nelle settimane precedenti al trattamento e non assumere farmaci che aumentino la sensibilità della pelle alla luce.

Periodo post-trattamento Luce Pulsata, i filtri solari sono indispensabili prima di esporre la zona trattata da luce pulsata ai raggi solari per evitare iperpigmentazioni.

Scrivi la tua recensione:

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.